itinerari in nuova zelanda

sono appena tornata da una vacanza on the road di 3 settimane. 
ho guidato per oltre 3000 km, in tutta la north island della nuova zelanda.



il più del tempo sono stata da sola.

ho dormito in macchina quasi tutte le sere, ogni notte andavo alla ricerca di un posto appartato in cui parcheggiare, sperando che non mi vedesse nessuno e puntualmente mi svegliavo al mattino coi passanti che mi guardavano dormire.

sono stata senza farmi una doccia anche per 5 giorni, però facevo il bagno in mare =) e poi mi lavavo a pezzi nei bagni dei bar :)

pensavo che avrei incontrato un sacco di backpackers che facevano l'autostop, invece non ne ho visto neppure uno.

La cosa più bella della Nuova Zelanda è che il paesaggio cambia di continuo. 
Tu sei li che guidi e nel giro di un minuto passi attraverso a un bosco, poi trovi un lago, poi trovi un fiume, poi una collina verde, una collina con le pecore, poi il mare, poi una collina bruciata, poi la foresta, poi le rocce, poi la neve.

Ad ogni curva non sai mai cosa aspettarti dietro l'angolo.

Dietro a una curva della highway (no, non ci sono autostrade, solo strade statali con una corsia per senso di marcia), in cui il limite di velocità era 100 km/h, ho trovato macchine incolonnate perchè in mezzo alla strada c'era un gregge di pecore!



bisogna sempre avere il serbatoio mezzo pieno, perchè il prossimo benzinaio potrebbe essere molto lontano e a volte capita anche che sia fuori servizio!

bisogna avere scorte di cibo in macchina, perchè può capitare di doversi fermare in mezzo al nulla (sperimentato in prima persona!)

A saperlo prima, mi sarei comprata una macchina 4x4 o un fuori strada! 
Si perchè a volte si trovano strade non asfaltate ed è facile perdere il controllo dell'auto, magari in curva con di fianco un precipizio (sperimentato anche questo, avro' 10 capelli bianchi in più!) e se vai fuori strada, non c'è il guard rail che ti salva...

Su questa pagina raccoglierò i link dei miei racconti di viaggio.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho vissuto due anni in Nuova Zelanda, grazie ma di bello c'è solo il paesaggio.
Attenta, la superficialità regna sovrana in quel paese. Tutto è bello subito, poi dopo incominci a vedere che gli stipendi sono molto bassi, gli affitti cari, il cibo decente, se vuoi mangiare all'italiana, lo trovi ad un prezzo folle...
Non c'è cultura e se sei un pò intelligente sei invidiato e ti guardano male.
"Non è tutto oro quello che luccica....."
inoltre l'"erba del vicino è sempre più verde"...
scappare dalle responsabilità della propria vita non serve, sì la Nuova Zelanda e altre isole attirano perchè si trovano belle, affascinanti per le nuove cose da scoprire, ma con il tempo se sei una buona italiana ti verranno a mancare tante cose. Informati bene.
Certo se ami una vita fatta di niente è una tua scelta naturalmente, ma siamo in un periodo dove non è più possibile vivere senza delle basi.
Non hai ancora visto quante persone vivono nelle roulotte o nei camper nei campeggi perchè non hanno più la possibilità di pagarsi una casa?
Anche le pensioni sono da fame.
Gli indigeni lì hanno il loro regno, sono gentili, ridono sempre, cantano, ma hanno anche l'abitudine di manipolare le persone, non stò a scrivere i dettagli, ma il loro desiderio di potere su quell'isola ti rende loro schiava.
Non sono interessato neanche ai ladri, a chi fa uso di marjuana, ecc...

L'Italia ha tanti problemi, ma ti garantisco che se guardi bene il nostro paese è molto meglio della Nuova Zelanda.
Tutti vogliamo scappare dalla nostra realtà, ma siamo nati per migliorare noi stessi e per crescere, non certo per vivere in modo incivile.
Medita su questo, comunque ognuno è libero di scegliere il proprio destino :-)

La Ines Menteviaggi ha detto...

assolutamente non d'accordo. dopo due anni in nuova zelanda sono stata in spagna e ora sono in canada. la nuova zelanda mi manca da morire, è il paese migliore in cui abbia vissuto, non tornerei mai in italia e l'oceania è sarà la mia destinazione finale quando mi stancherò di viaggiare